Zia

Lei la zia dai modi un pò scorbutici, che ti diceva sempre la sua senza farsi problemi e molte volte criticando o il vestito che avevi o quello che facevi.
Lei la zia che ci veniva a prendere all’asilo e alle elementari da sola e poi insieme ai nonni con cui andavamo alla gelateria Lupi perchè sopra il gelato mettevano gli zuccherini
Lei la zia che mi ha insegnato a ricamare, il punto croce, i ferri e l’uncinetto insieme al libro che mi è arrivato un Natale, che mi ha dato il suo album con tutte le cose che aveva fatto
Lei la zia che molte volte non sopportavamo perchè ci diceva di non urlare, di stare composti a tavola quando eravamo tutti insieme a Barni
Lai la zia che ci teneva a Barni durante l’estate insieme alla Titti
Lei la zia che ci aiutava a fare i compiti
Lei la zia che aveva appese in camera le poesie che le aveva fatto lo zio Marco per i suoi compleanni
Lei la zia che ci asciugava i capelli dopo aver fatto la doccia, si me lo ricordo che andavamo nella camera della Pachi o delle zia ancora in accappatoio e ci asciugava i capelli però dopo un pò abbassava il phon perchè era troppo caldo, che mi faceva tutte le treccine perchè voleva avere i capelli ricci
Lei la zia che pian piano si è ammalata, che ha perso la memoria, che dopo quell’estate che i cugi l’hanno trovato che aveva preso tropo pastiglie non è più stata la stessa, non è più stata in casa da sola, aveva sempre bisogno di qualcuno, ogni volta che la vedevamo aveva un dolore diverso, la pancia, la testa e così via ma dopo tutto anche se ai compleanni era così era comunque bello averla lì perchè è parte della nostra famiglia.. anche se era un lamento continuo.. mi dispiacevo nel vedere la nonna che quasi quasi si vergognava per come era diventata sua sorella che pensava fosse un peso per tutti noi .. anche quando dopo una disgrazia e l’altra è venuta a Follonica con noi
Lei la zia che quasi quasi non ci riconosceva più
Lei la zia che aveva come nipote preferita l’anna che la chiamava sempre o annina, scimmia o tata
Lei la zia che non fa altro che lodare il classico ogni volta che ci chiede che scuola facciamo e la maria le dice il classico dice ma fa bene è proprio una scuola che ti prepara eccetera
Lei la zia che con il femore che si è rotta quest’estate e che non hanno voluto dircelo per non rovinarci per la seconda volta di fila le vacanze a Follonica, non tornerà più a casa sua
Ieri quando ho capito chiaramente che da oggi andrà in un ospizio ci sono rimasta male.. molto male già mi era bastata vederla al San faustino un paio di estati fa.. mo ora l’idea che non tornerà più a casa .. che passerà il resto della sua vita lì.. in unposto di sconosciuti .. lontano da noi..non sarà più insieme a noi alle feste ai compleanni a Natale.. mi ha fatto venire un morso allo stomaco.. però non si può fare nulla .. cioè quella è l’unica possibilità che c’è come mi ha fatto notare la mamma ieri sera.. certo penso che se avesse avuto dei figli questo non sarebbe successo ma la nonna non puo tenerla a casa con lei è impossibile lo so!
Bisogna accettare il fatto che il tempo passa .. che le persone che prima erano in gamba e tutto ora stanno invecchiando.. difficile accettarlo .. vedere gli acciacchi e tutto ma è il corso della vita.. brutta cosa ma è la realtà prima o poi tutti noi ci passiamo
Zia mi dispiace tanto.. anche se tanto non leggerai mai questo intervento .. TI VOGLIAMO BENE!
 
 
 
 
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...